PUBBLICATO IL DPCM 03 NOVEBRE 2020

Le disposizioni del presente ·decreto si applicano dalla data del 6 novembre 2020, in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 24 ottobre 2020, e sono efficaci fino al 3 dicembre 2020

IN BREVE:

L’Italia sarà suddivisa in tre zone:

🔴 ZONE ROSSE: si veda Ordinanza Ministero della salute allegata –> CALABRIA, PIEMONTE, LOMBARDIA, VALLE D’AOSTA

🟠 ZONE ARANCIONI: si veda Ordinanza Ministero della salute allegata –> PUGLIA, SICILIA

🟡 TUTTA ITALIA: divieti e prescrizioni valevoli su tutto il territorio a cui si sommano o sostituiscono quelli previsti dalle zone rosse e arancioni


NORME GENERALI

  • Obbligo di indossare la mascherina all’aperto e al chiuso
  • Mantenere sempre la distanza interpersonale di 1 metro

DIVIETI SPOSTAMENTI

salvo autocertificazione per lavoro, salute o necessità (sempre possibile spostarsi per uno di questi casi)

–> QUI LINK CERTIFICAZIONE REGIONE LOMBARDIA – A BREVE AGGIORNAMENTO CON AUTOCERTIFICAIZONE CORRETTA <–

🔴 SOLO PER LE ZONE ROSSE

  • Vietato entrare ed uscire dal territorio posto in zona rossa
  • Obbligo di rimanere in CASA, vietato OGNI SPOSTAMENTO, con ogni mezzo pubblico o privato, anche all’interno del proprio comune di residenza, domicilio o abitazione.

🟠 SOLO PER LE ZONE ARANCIONI

  • Vietato entrare ed uscire dal territorio posto in zona arancione
  • Vietato uscire dal proprio comune di residenza, domicilio o abitazione con ogni mezzo pubblico o privato

🟡 PER TUTTA ITALIA

  • Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, salute e necessità

ATTENZIONE: Sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.


COMMERCIO

🔴 SOLO PER LE ZONE ROSSE

  • CHIUSI sempre tutti i negozi (di vicinato, media e grande distribuzione e quelli posti nei centri commerciali) salvo generi alimentari e beni di prima necessità
  • APERTI farmacie, parafarmacie, edicole, tabacchi, lavanderia, pompe funebri

🟡 PER TUTTA ITALIA

  • Sabato e domenica (festivi e prefestivi) chiuse medie e grandi strutture di vendita, chiusi negozi all’interno dei centri commerciali. APERTI SOLO PUNTI VENDITA GENERI ALIMENTARI, farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, tabacchi ed edicole.
  • Obbligo di esporre all’esterno degli esercizi commerciali cartello con numero massimo di persone consentite all’interno
  • Stop a fiere e sagre

BAR, PUB E RISTORANTI

🔴🟠 SOLO PER LE ZONE ROSSE E ARANCIONI

  • Sospensione totale attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie e tutti i servizi di ristorazione. Consentita somministrazione da asporto fino alle ore 22.00

🟡 PER TUTTA ITALIA

  • Bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie chiudono alle ore 18.00
  • il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, solo se non conviventi
  • Consentita sempre ristorazione con consegna a domicilio, e fino alle 22.00 da asporto
  • Divietò di consumare cibi e bevande in luoghi pubblici o aperti al pubblico dopo le ore 18.00
  • sempre aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande delle aree di servizio autostrade, negli ospedali e negli aeroporti

SERVIZI ALLE PERSONE

🔴 SOLO PER LE ZONE ROSSE

  • CHIUSI estetisti e tatuatori
  • APERTI parrucchieri e barbieri, lavanderie e tintorie

SPORT

🔴 SOLO PER LE ZONE ROSSE

  • sono sospesi TUTTI gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva
  • consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione
  • consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto. Tutte le attività previste dall’articolo 1, comma 9, lettere f) e g), anche svolte nei centri sportivi all’aperto, sono sospese.

🟡 PER TUTTA ITALIA

  • consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto. Ferma restando la sospensione delle attività di PISCINE e PALESTRE, l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento –>DISTANZIAMENTO INTERPERSONALE DI DUE METRI
  • Sospesa attività di piscine, palestre, centri natatori, centri benessere, centri termali
  • Sospesi eventi e competizioni sportive. Consentiti solo eventi di carattere nazionale
  • Chiusi impianti sciistici
  • Sospeso tutto lo sport di contatto (fatto salvo eventi nazionali), anche attività sportiva dilettantistica di base

SCUOLA

🔴 SOLO PER LE ZONE ROSSE

  • Aperti nidi, micronidi, scuole materne, scuole elementari e il solo primo anno delle media, continuando didattica in presenza
  • Didattica 100% a distanza per tutte le altre scuole

🟡 PER TUTTA ITALIA

  • Per le scuole secondarie di secondo grado (superiori) 100% didattica digitale integrata (a distanza)
  • Scuole materne, elementari e medie aperte con didattica in presenza ma con obbligo di indossare la mascherina dai 6 anni in su
  • Stop a gite scolastiche

ATTIVITÀ LUDICO RICREATIVE

  • Sospese attività dei parchi tematici e di divertimento (tipo Gardaland, Mirabilandia)
  • Chiuse sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Sospesa attività in teatri, cinema e concerti
  • sono sospese le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei
  • sospesi convegni e congressi
  • Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni
  • sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso
  • Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose.

 


MISURE VALIDE IN LOMBARDIA (dal sito Regione Lombardia)

L’Ordinanza del Ministro della Salute colloca la Lombardia fra le regioni in ‘zona rossa’

Alle disposizioni sopra elencate pertanto si aggiungono per la Lombardia ulteriori misure di contenimento del contagio.

Le misure saranno valide a partire dal 6 novembre e per almeno 15 giorni a partire da tale data.

  • vietati gli spostamenti in entrata e in uscita dal territorio e all’interno dello stesso (anche all’interno del proprio Comune) in qualsiasi orario, tranne che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o per motivi di salute. Vietati gli spostamenti da una regione all’altra e da un Comune all’altro. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;
  • sospese le attività commerciali al dettaglio (negozi), sia di vicinato che nelle medie e grandi strutture di vendita. Rimangono aperti: negozi di generi alimentari, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie e le altre attività di vendita individuate nell’allegato 23 del DPCM. I centri commerciali dovranno consentire l’accesso a tali attività ferme restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi già previste a livello nazionale.
  • chiusura dei mercati, eccetto le attività che vendono generi alimentari;
  • sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie). L’asporto è consentito fino alle ore 22.00 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.
  • sospese le attività inerenti servizi alla persona fatta eccezione per barbieri, parrucchieri, servizi di lavanderia e altre attività indicate nell’allegato 24 del DCPM.
  • didattica a distanza al 100% anche per le seconde e terze medie. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza, nei limiti in cui è consentita;
  • Tutti i corsi universitari si svolgeranno con didattica a distanza, salvo specifiche eccezioni;
  • Sospesa le attività sportive, comprese quelle che si svolgono nei centri sportivi all’aperto, così come tutti gli eventi e le competizioni sportive organizzate dagli enti di promozione sportiva, salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal Coni e CIP.
  • è consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, rispettando la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e utilizzando i dispositivi di protezione delle vie respiratorie. È consentito svolgere attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale.

PER OGNI ULTERIORE CHIARIMENTO RESTIAMO A DISPOSIZIONE

Pubblichiamo il testo ufficiale.