Sei un operatore dell’accoglienza business o occasionale?

Il 29 aprile è stato emanato un decreto ministeriale pubblicato poi il 12 Maggio 2022  in Gazzetta Ufficiale  nr. 110

 


Prima cosa: verificare se sei interessato da questo nuovo adempimento.

Sono interessate al nuovo adempimento tutte le attività economiche, professionali ovvero occasionali, che sono svolte:

  • in comuni capoluoghi di provincia;
  • unioni comunali;
  • in comuni inclusi negli elenchi regionali delle località turistiche o città d’arte.

Quindi di fatto con la tua attività versi già nelle casse del comune l’imposta di soggiorno dovuta.

 


Termini e scadenze

Quindi se la tua attività già versa nelle casse comunali le imposte di soggiorno, attenzione che il 30 Giugno 2022 è il termine per comunicare a mezzo servizio telematico Fisco-online/Entratel:

  • il riepilogo dell’imposta di soggiorno addebitata e versata nel comune di riferimento per l’esercizio fiscale 2020;
  • il riepilogo dell’imposta di soggiorno addebitata e versata nel comune di riferimento per l’esercizio fiscale 2021;

In tale modello dovrai indicare:

  1. i dati anagrafici dell’attività ed eventuali rappresentanti legali;
  2.  i dati della struttura ricettiva;
  3.  imposta applicata dalla stessa struttura divisa  per trimestre e per tipologia di imposta applicata;
  4. estremi dei versamenti con importo annuale.

 

DICHIARAZIONE IMPOSTA DI SOGGIORNO

ESTRATTO DELLA DICHIARAZIONE IMPOSTA DI SOGGIORNO

 


Per l’anno 2022?

Per l’esercizio in corso, salvo diversa e futura normazione, entro il 30 Giugno 2023 dovrai fare la stessa dichiarazione ed inviarla in agenzia entrate a mezzo canali telematici.